Das Weingut befindet sich auf einem Moränenhügel, auf dem der Weinbau durch die wasserdurchlässigen Böden und der Großlage des Meraner Beckens ideale Voraussetzungen findet.
In diesem herrscht ein mediterranes Klima, da es im Norden durch die Texelgruppe, mit ihren bis zu 3300 hohen Bergen, gegen raue Nordwinde geschützt ist und sich gegen den sonnigen Süden hin öffnet.
Weingut Schloss Rametz

L'annata 2012

L’annata 2012 alla tenuta Castello Rametz

L’annata 2012 é stata una annata di grande qualitá, mediochre per le quantitá nonché di difficile gestione da punto di vista crittogamico.
In marzo si è segnalato una tempereatura media di 13C°, di ben 4 C° sopra la media degli ultimi anni. Alla fine di marzo si è osservato un germogliamento della vite irregolare. Le temperature relativamente basse in aprile hanno inizialemte frenato la vegetazione. Grazie al caldo durante la prima decade di maggio l’iniziale ritardo vegetativo è stato recuperato e verso il 25 maggio la vite è entrata nella fase fenologica della fioritura.
Per le continue piogge fino a metá giugno il tempo si è presentato relativamente freddo e umido, la seconda metá invece molto calda. Questo andamento climatico si è portatoavanti fino alla fine di luglio.
Durante il mese di agosto le temperature sono salite continuamente. Infatti la maturazione è avanzata rapidamente e con il 20 agosto è iniziata la raccolta delle uve della crescita castello di Monreale a Faedo Trentino destinate alla produzione dei spumanti Castel Monreale prodotti con la rifermentazione naturale in bottiglia.

Le 18 giornate di sole a settembre con temperature assolutamente nella norma hanno permesso la raccolta di uve perfettamente sane e mature dal punto di vista fisiologico. Questo vale soprattutto per le varietá bianche e per il Pinot nero. Gli eventi di pioggia da fine settembre ai primi di ottobre hanno posticipato la raccolta delle uve delle altre varietá rosse come Schiava gentile, Merlot, Cabenet e Lagrein.

Dopo l’attenta stima di raccolta effettuata in estate si è pronosticato un calo delle quantitá. Il numero di acini per grappolo era del 10% al 30% inveriore rispetto l’anno precedente. In particolare per le varietá Gewürztraminer, Sauvignon, Pinot grigio e Pinot nero non sono stati raggunti le quantitá obiettivo, invece eccezionale la qualitá. Le uve raccolte presentano acini piú piccoli con buccia piú spessa motivo per il quale la resa in vino è calata del 5%.
I vini si presentano piú fruttati degli anni precedenti, il grado zuccherino e l’aciditá titolabile erano assolutamente nella norma.
I vini si presentano con un aroma intenso e di buona struttura.

Come negli anni passati anche quest’anno si sono osservate migliori qualitá nelle uve coltivate con il sistema d’impianto a cordone. Da piú di 15 anni i vigneti di Castello Rametz si vedono trasformati e lo spettro varietale in azienda è cambiato: Risling, Gewürztraminer, Sauvignon, Pinot grigio, tra le varietá a bacca bianca, Pinot nero, Merlot, Cabernet e Lagrein tra le varietá a bacca rossa costituiscono le punta di diamante in azienda.
Annunciamo inoltre di aver acquistato recipienti vinari in accaio inox e in legno di rovere al fine di trasformare, conservare e infine inbottiliare la massima qualitá.

Schmid Stanislaus

 
RSS-Feed Weingut Schloss Rametz Logo Facebook Rametz
© VisualARTE.it
Partner-Shops: